21 regole di vita di un maestro buddista giapponese

Per anni ho faticato a trovare la pace che volevo davvero.

Conosci il sogno…
Felicità
Non pensare troppo

Nessuna ansia
Fisicamente in forma
E vivere ogni momento senza essere distratto dal passato o dal futuro.

Durante quel periodo, ho vissuto con ansia, insonnia e troppi pensieri inutili che si rincorrevano nella mia testa. Non è stato facile.

Uno dei motivi per cui non ero mai veramente in pace, era a causa di un problema ricorrente: non riuscivo ad “accettare” di essere dove ero ,senza desiderare che fosse diverso.

Perché evitare e combattere contro ciò che sta accadendo dentro di noi, rende tutto solo peggiore.

Sfortunatamente, anche l’accettazione è difficile da coltivare. Siamo praticamente cablati per non accettare le situazioni se non sono al 100% confortevole.

Quindi cosa possiamo fare?

Ciò che mi ha aiutato, è stata la conoscenza delle 21 regole della vita del maestro buddhista giapponese Miyamoto Mushashi.

Conosciuto come il più grande spadaccino del Giappone, scrisse queste 21 regole 2 settimane prima della sua morte.

Ogni regola ti insegna ad accettare le circostanze della vita, a distaccarti da forze esterne che non puoi controllare ed essere a tuo agio ovunque e con chiunque.

Trovo queste regole potenti, perché l’unico modo per coltivare l’accettazione, è attraverso la pratica costante delle tue azioni e del tuo atteggiamento.

Le due cose in realtà di cui possiamo avere il controllo.

E queste regole offrono le linee guida necessarie per fare proprio questo.

Potrebbero volerci mesi per ricollegare il cervello, ma ne vale la pena.

1- Accetta tutto così com’è

L’accettazione è forse l’atteggiamento più importante per superare le sfide mentali nella vita.

È uno stato mentale. Non c’è una destinazione o obiettivo con l’accettazione. È semplicemente il modo di esercitare la mente per essere tolleranti nei confronti di qualsiasi cosa la vita ci getti addosso.

Perché è potente?

Perché invece di combattere contro le emozioni negative come l’ansia e lo stress, in realtà le stai accettando come sono. Non sei amaro e non stai creando più negatività dalla tua negatività.

Attraverso l’accettazione apri la strada per emozioni negative come l’ansia, per farle diventare meno potenti. Non stai combattendo contro di loro o peggiorandole.

Quindi l’accettazione non è l’indifferenza o l’apatia. Non comporta arrendersi o non provare. Si tratta semplicemente di accettare le cose senza giudicarle.
È quello che è. Quel che sarà, sarà. Si tratta di essere paziente e di consentire il naturale flusso delle cose.

2- Non cercare il piacere fine a se stesso.

Come umani, siamo infelici quando non siamo soddisfatti di ciò che abbiamo e decidiamo di volere di più.

Quando cerchiamo il piacere fine a se stesso, ci immergiamo in un ciclo infinito di desideri che vengono temporaneamente soddisfatti solo quando sperimentiamo quel piacere.

Ma i sentimenti non durano per sempre. E tornerai a desiderare di nuovo.

Questo non significa che non puoi divertirti e goderti il piacere quando lo provi. Significa solo che non sarai costantemente alla ricerca del piacere fine a se stesso per non essere infelice quando non potrai realizzarlo.

3- Non, in nessuna circostanza, dipendere da un sentimento parziale.

Come sopra, i sentimenti non durano per sempre. Le emozioni sono transitorie. Non sarai sempre felice , e il volerlo essere a tutti i costi, ti renderà infelice.

4- Pensa a te stesso e profondamente al mondo

Quando pensi troppo a te stesso, amplifichi il tuo ego e le tue insicurezze.

Le persone felici sono quelle che si concentrano sull’aiutare gli altri.

C’è un bellissimo proverbio cinese che descrive perfettamente questo:
“Se vuoi la felicità per un’ora, fai un sonnellino. Se vuoi la felicità per un giorno, vai a pescare.

Se vuoi la felicità per un anno, eredita una fortuna. Se vuoi la felicità per tutta la vita, aiuta qualcuno. ”

In altre parole: sii umile, non prenderti troppo sul serio e concentrati sull’aiutare gli altri.

5- Essere distaccato dal desiderio per tutta la vita

Il buddismo dice che il desiderio conduce alla sofferenza. Perché? Perché quando desideri, non sei soddisfatto di ciò che hai.

E quando ottieni quello che vuoi, desideri altro ancora: questo ti porta in un ciclo infinito di desideri.

Se puoi dimenticare l’idea di volere, puoi imparare a sentirti a tuo agio e grato per ciò che hai adesso, che è la chiave per la pace interiore.

6- Non rimpiangere ciò che hai fatto

Il rimpianto è un’emozione inutile, non è vero?
Non puoi cambiare ciò che è successo. Sì, puoi imparare da quello che è successo, ma questo non implica l’esperienza del rimpianto.

So che a volte non possiamo fare a meno di rimpiangere le cose, ma è importante non soffermarci su ciò. È inutile farlo.

7- Non essere mai geloso

Un’altra emozione inutile. Significa che sei insicuro di te stesso, perché sei invidioso di qualcun altro.
Invece, guarda dentro di te e sii grato per quello che sei e per quello che hai.

8- Non lasciarti rattristare dalla separazione

È doloroso separarsi da qualcuno con il quale si desidera restare. Ma diventare triste per questo non aiuterà te o loro.
A volte devi solo rinforzarti e apprezzare ciò che hai, non ciò che perdi.

9- Il risentimento e il lamento non sono appropriati né per te stesso, né per gli altri

Di nuovo, lamentarsi senza agire, non ti aiuta ad ottenere nulla. Serve solo ad aumentare la tua energia tossica.

E non lasciare che anche le altre persone influiscano su di te. Non hai il controllo di ciò che fanno. Ma hai il controllo di come reagisci a ciò che fanno.

10- Non lasciarti guidare dalla sensazione di lussuria o amore

Questo è probabilmente un discorso controverso per molti. Anche per me. Penso che tutti possiamo essere d’accordo sul fatto che non vogliamo essere guidati dalla lussuria.

È simile alla caccia di emozioni che non durano per sempre e ti daranno solo un compiacimento temporaneo.

L’amore, tuttavia, è una storia diversa. Non so voi, ma penso che l’amore sia una delle emozioni più importanti da guidare. La tua famiglia è tutto, e la tua vita è molto più appagata quando fai tutto ciò che puoi per loro.

11- In tutte le cose non avere preferenze

Come per i desideri, avere delle preferenze, significa non essere contento di ciò che hai adesso.
Sei insoddisfatto e non riesci a goderti il momento presente.

Quindi, se puoi, cerca di non preferire qualcosa a qualcos’altro, specialmente se non riesci a controllarlo.

12- Sii indifferente al luogo in cui vivi

Se riesci a cambiare il luogo in cui vivi, allora con tutti i mezzi vai avanti. E non smettere di cercare opportunità per farlo.

Ma ricorda che è più appagante apprezzare dove sei adesso, piuttosto che desiderare di essere altrove.

13- Non perseguire il gusto del buon cibo

Interessante. Concentrarsi sul cibo per essere sani e per il nutrimento.
Desiderare cibo delizioso, può portare a dipendenza e attaccamento. Questo vale anche per l’alcol e le droghe.

14- Non aggrapparti a possessi che non ti servono più

È facile accumulare cianfrusaglie che non ti servono. Ma se non ne sta beneficiando la tua vita, liberartene. Più spazio e un pensiero chiaro, sono ciò che è necessario. Non più oggetti.

15- Non agire seguendo le credenze usuali

Segui il tuo buon senso. Fai ciò che ha senso per i tuoi valori, non quello che pensano gli altri. Decidi tu.
Sai cosa è giusto e cosa è sbagliato. Non hai bisogno che qualcun altro te lo dica.

16- Non acquistare armi e non utilizzarle se non è indispensabile

Un omaggio al suo tempo da parte dello spadaccino, ma possiamo applicarlo anche per le nostre vite.

È meglio essere esperti in una cosa, piuttosto che in tutto.

17- Non temere la morte

Estremamente difficile non temerla. Ma è qualcosa a cui nessuno di noi può sfuggire. Possiamo o imparare ad accettare il fatto che arriverà o combattere contro di essa causandoci ansia e tristezza per il resto delle nostre vite. Il corpo umano è fallibile, dopo tutto.

18- Non cercare di possedere beni o feudi per la tua vecchiaia

Che bene ti faranno quando te ne sarai andato? Raccogli solo ciò che è utile. Non perdere tempo.

19- Rispetta il Buddha e gli dei senza contare sul loro aiuto

Assumiti la responsabilità di te stesso. Non contare sulla fortuna o su dio che ti risolvano i problemi. Affrontali deciso, con lo sforzo delle capacità che possiedi.

20- Puoi abbandonare il tuo corpo ma devi preservare il tuo onore

Non fare nulla per cui non sarai in grado di vivere per il resto della tua vita. Le tue azioni definiscono te, non le tue convinzioni.

21- Non allontanarti mai da te stesso

Rimani umile, fa la cosa giusta e continua sempre ad imparare e crescere.

Loading...
Back to top button
Close
Close