Il figlio autistico viene trattato male a scuola. La mamma diffonde il video

Ogni genitore desidera il meglio per il proprio figlio. E vedere che un'insegnante lo tratta in modo non adeguato, può ferire profondamente

Amanda Riddle ha diffuso un video per denunciare il comportamento assurdo e cattivo che l’insegnante di suo figlio, un bambino autistico, ha assunto nei suoi confronti durante la recita scolastica.

Il video, messo successivamente in rete ha provocato rabbia nella maggior parte delle persone che hanno assistito al trattamento ricevuto da Caleb, di 6 anni.

Suo figlio è autistico e alla recita scolastica la maestra lo fa scoppiare a piangere

Siamo a Nutter Fort, Virginia, Stati Uniti ed è il giorno della recita scolastica. Un giorno che moltissimi genitori aspettano con ansia, per vedere cosa combineranno i propri bambini, alle prese con costumi e copioni.

Amanda Riddle probabilmente aspetta questo giorno con più ansia degli altri, perché ha un figlio autistico, e per lei questa recita significa veramente tanto.

Perché sa che Caleb, il suo bambino di 6 anni, si è impegnato tantissimo e adesso è arrivato il momento di vedere con i propri occhi il risultato degli sforzi effettuati da suo figlio.

Sicuramente non avrebbe mai immaginato di assistere ad una scena che avrebbe fatto piangere Caleb, ma anche lei stessa. E le lacrime versate, non erano di certo

causate dalla commozione.

Durante la recita due bambini hanno avuto il permesso di parlare, ma quando è arrivato il turno di Caleb, che soffre di una leggera forma di autismo, non ha ricevuto lo stesso trattamento dei suoi compagni.

Poco prima che aprisse la bocca, la maestra gli ha infatti prontamente strappato il microfono dalle mani, facendolo scoppiare in un pianto difficile da consolare.

La reazione straziante di suo figlio, ha fatto piangere anche Amanda, che successivamente ha dichiarato:

“L’insegnante si è avvicinata e gli ha tolto il microfono dalle mani. Questo gesto mi ha spezzato il cuore”.

La denuncia alla scuola

Amanda naturalmente ha denunciato l’orribile accaduto alla scuola, che però ha fatto sapere che non prenderà provvedimenti contro l’insegnante in questione.

La loro politica tiene molto agli studenti, ma anche ai loro docenti. Inoltre secondo i dirigenti, Caleb non era previsto che dovesse dire battute in quel momento.

Sul web invece sono stati in molti ad esprimere vicinanza e appoggio ad Amanda e Caleb. Dopotutto, avrebbero potuto ritardare il programma di 5 minuti per non ferire il bambino.

E voi cosa ne pensate? L’insegnante ha sbagliato e si è comportata normalmente? Di seguito trovate l’intera scena ripresa da un cellulare:

Leggi anche:

 

Back to top button
Close
Close